Copertina di Nella Rete

acquista

Plotone di tassazione

Cosa è bene sapere per difendersi dalle tasse


Parlare di tasse è sempre difficile. Comunque si affronti l’argomento, c’è sempre qualcuno pronto a lanciarsi nello sport italico delle tifoserie: se sei contro l’evasione, allora sei di sinistra; se sei per una riduzione delle tasse, allora sei di destra.

Il pensiero forte è riuscito a banalizzare e a demolire ogni principio di ragionamento, trasformandolo in assioma, anche grazie ai media: pro o contro, prendere o lasciare. E in base alla ‘curva’ nella quale si prende posto, si troveranno canti, inni e slogan opposti: ‘parassiti’ contro ‘ vessati’, ‘luridi evasori’ contro ‘tasse immonde’.

Fuor di metafora, l’obiettivo di questo testo è analizzare le tasse, il loro prelievo, la loro morsa, l’impunità dei grandi evasori; dall’intelaiatura di un sistema costituzionale che prevede un’equa compartecipazione al pagamento dei tributi da parte di tutti i cittadini, al pozzo di San Patrizio dei ‘prelievi forzosi’ nelle nostre tasche, tanto cari alle strutture nazionali e internazionali che ci governano. All’interno del libro, l’emergere di profonde ingiustizie e l’inefficacia delle tasse si palesano attraverso racconti, testimonianze e interviste che dimostrano quanto sia stretto il cappio attorno al collo dei contribuenti italiani e come si sia ormai raggiunto un livello insostenibile per i cittadini e per le imprese italiane.

 Ma questo lavoro vuole essere anche uno strumento utile per difendersi, per sopravvivere e soprattutto per abbozzare – per i lettori che osano oltre ogni struttura pre-costituita - un sistema diverso, al di fuori degli schemi mentali e di potere oggi dominanti.

Copertina di Nella Rete

Nella Rete

Luci ed ombre del “media” che ha invaso le nostre vite


La rete è entrata con irruenza nelle nostre vite ed è rapidamente diventata una sorta di piazza virtuale, raggiungibile stando comodamente seduti sul divano, quando non addirittura da scuola o dal lavoro.

Dall’analisi tecnica della rivoluzione comunicativa nel web, il libro passa a una valutazione delle potenzialità e dei rischi derivanti dall’uso e dall’abuso di Internet: dall’informazione alternativa al coinvolgimento su temi di impegno civico, ma anche lo scatenarsi di atteggiamenti da branco nei social network, il finanziamento e il controllo dei portali, l’accanimento per spegnere i coraggiosi casi di informazione ‘fuori dal coro’, la censura pronta ad abbattersi sui contenuti non allineati al sistema di potere. E ancora, la manipolazione mentale in atto sin dalla più tenera età, con le trappole di videogiochi sempre più violenti o con la presenza di spot per il perfetto consumatore, la dipendenza patologica da Internet.

Una rete con luci e ombre, da saper navigare con spirito critico e vigile per non restarvi intrappolati. Una rete che è virtuale e che, pur preziosissima, non dovrebbe sostituirsi alla nostra vita reale.


Indice

Prefazione dell’editore - Introduzione - Capitolo 1 “La rivoluzione dei nuovi media” - Il Web 2.0 - Il concetto di rete e i social networks - Connessi con il mondo - Problematiche relative alle nuove - Forme di comunicazione - Capitolo 2 “La comunicazione politica in Internet” - Capitolo 3 “Istituzioni, politica e cittadini” - Ampliamento della sfera pubblica - Istituzioni, politica e cittadini - OpenPolis - VoteWatch - Le insidie - Capitolo 4 “I bambini e i giovani nella rete”- Capitolo 5 “Necessità indotte e nuove dipendenze” - Capitolo 6 “Pro o contro la rete?” - Appendice “Un caso personale”.

 

www.yogavitaesalute.it/draco-edizioni    deva@dracoedizioni.it
copyright 2014 Draco Edizioni

Copertina di Sterminio segreto

Sterminio segreto


In un discorso tenuto nel 2008, un politico potente come Zbigniew Brzezinski ammette senza difficoltà che "Forse un tempo era più facile controllare un milione di persone, anziché ucciderle fisicamente. Oggi è infinitamente più facile uccidere un milione di persone piuttosto che controllarle." Per l'allora consigliere per la politica estera del neo eletto presidente Obama "E' più facile uccidere che controllare".

Risalendo all'indietro nel tempo sino alla fine del 1974, un altro protagonista della politica statunitense e internazionale, Henry Kissinger sottoscrive, insieme all'allora presidente Nixon, un piano adottato meno di un anno dopo da Gerald Ford. Si tratta del National Security Study Memorandum 200: ‘Implicazioni derivanti dalla crescita della popolazione per la sicurezza e per gli interessi oltremare statunitensi', che presenta nero su bianco la necessità di eliminare 3 miliardi di persone dalla faccia della terra.

Da allora a oggi sono passati quasi 40 anni, ma l'obiettivo è rimasto immutato, al punto che un esperto consigliere delle Nazioni Unite nel 2012 ha rivolto un appello ai governi del mondo per ridurre la crescita della popolazione mondiale e per lavorare congiuntamente per modificare il clima.

Ogni misura diventa lecita per abbattere il numero di abitanti sul globo terrestre: vaccini per la sterilizzazione, politiche economiche globali tese a concedere finanziamenti solo a quegli stati in varie parti del mondo che si adoperano per la limitazione delle nascite, misure anti crisi applicate nei paesi europei che vanno a colpire i gangli vitali del sistema sanitario e di quello sociale, manipolazione del clima piuttosto che alterazione genetica degli alimenti di cui ci cibiamo (OGM). Un silenzioso sterminio è in atto nel nostro pianeta; uno sterminio condotto dalle élites al potere che si arrogano qualunque decisione sanitaria sulla popolazione globale. Ogni diritto è loro. Anche quello di vita e di morte della popolazione mondiale. 

"E il cambiamento avviene così. Un gesto. Una persona. Un momento alla volta." Libba Bray

Copertina di Liberarsi dalla dittatura europea

Liberarsi dalla dittatura europea (ed. Sì)


L'Europa Unita è stato il sogno di più generazioni .

Finita la seconda guerra mondiale furono in molti a pensare che il miglior modo perché una simile tragedia non potesse ripetersi fosse stringere tutti i popoli europei intorno a un'idea, a un progetto comune, superando divisioni e rivalità...

Come sempre accade, nella storia, le oligarchie portatrici di interessi propri (economici e di potere) si sono impadronite del sogno e l'hanno sostituito con un loro progetto.
La vetrina luccicante resta quella degli ideali di amicizia, bene comune, identità di destino. Il negozio alle sue spalle, gestito da banchieri, carrieristi politici, logge, mafie, è pieno di merce tossica e avariata.

Fuor di metafora, questa oligarchia sta coscientemente trasformando i cittadini europei in sudditi, giocando proprio su quelle divisioni e quelle rivalità che l'unione avrebbe dovuto superare.

Sudditi poveri e poverissimi al sud, sudditi ricchi al nord.

Popoli senza più alcuna forza morale, senza più identità che non sia quella di plastica forgiata per vendere meglio le merci prodotte.
Come sempre accade le oligarchie sono destinate ad essere sconfitte dall'anima dei popoli, la cui prima arma è l'informazione.

Questo libro è una miniera di informazioni


Gli obblighi derivanti dai trattati, i retroscena degli avvenimenti più noti, le strategie della BCE e del Fondo Monetario Internazionale, il ruolo degli uomini e dei gruppi di pressione che si muovono nell'ombra. Perché la Grecia è stata distrutta, e perché l'Italia è incamminata sulla stessa strada. Le complicità della classe dirigente, gli intrecci fra affari e politica...e le menzogne per far credere senza ritorno la strada di questa Unione.

Come acquistare il libro


Versa l'importo di 9 euro sulla Postepay (puoi farlo via web, in ufficio postale o anche in tabaccheria) intestata a Monia Benini, n° 4023 6005 9684 2866, codice fiscale BNNMNO74S53G916L. Poi invia comunicazione via email a monia.benini@gmail.com del pagamento, insieme all'indirizzo di posta ordinaria al quale dovrà essere spedito il libro.

Attenzione: per spedizioni all'estero, è necessario aggiungere l'importo di 3,80 euro.
Nota bene: La spedizione in Italia è a carico dell'autrice e viaggia come "piego di libri" con Post Italiane. I tempi di consegna sono mediamente di 7 giorni lavorativi, ma nel periodo estivo, ci sono libri che hanno impiegato 20 giorni ad arrivare a destinazione.

pubblicazioni

“Siamo convinti (...) che è giunto il momento di realizzare una delle rivoluzioni più epocali della storia dell’umanità, forse qualcosa che poco tempo fa non era neanche lecito sperare.

Questo però non avverrà in maniera semplice né tanto meno automatica: chi è al potere e controlla questo sistema cercherà di impedire il cambiamento, con tutti i mezzi possibili. Per questo, visto che l’avversario è forte, organizzato, determinato, per sconfiggerlo serve una forza che abbia una visione, una organizzazione, una strategia. E con questo libro cerchiamo di dare il nostro contributo.”

Data di pubblicazione: 30 novembre 2012
Casa editrice: La Cassandra
La Guerra dell'Europa

C'è una nuova guerra in Europa. Una guerra che si combatte senza fucili, senza cannoni, senza bombe, ma con le sofisticate armi di distruzione di massa della grande finanza internazionale. Una guerra che viene da lontano e che dilaga e contagia anche i paesi europei, grazie a truppe di occupazione con il colletto bianco, che sparano i loro colpi cliccando sulle tastiere e trasferendo in un attimo cifre virtuali da capogiro.

Ma nella crisi che sta violentando la Grecia non c'è nulla di virtuale. È una sofferenza reale, cruda, drammatica, in ogni aspetto della vita quotidiana. Una situazione mai vissuta dal popolo ellenico, neppure sotto l'occupazione straniera.

Il libro documenta dunque una nuova forma di guerra che ha protagonisti, strategie, tattiche e vittime ben definite. Dai colpi delle agenzie di rating allo schieramento della troika, dai provvedimenti del Fondo Monetario Internazionale alle misure della Banca Centrale e della Commissione Europea.

Per chi vuole sapere cosa è successo realmente in Grecia e non si accontenta delle "veline" ufficiali.

Pagina facebook
E-mail: laguerradelleuropa@gmail.com

Data di pubblicazione: maggio 2012
Casa editrice: Nexus

ESAURITO



running
running